La classificazione Ateco 2007

La classificazione Ateco  è utilizzata per identificare le ATtività ECOnomiche. Tali attività sono classificate in modo gerarchico su sei livelli. I livelli previsti sono Sezione, Divisione, Gruppo, Classe, Categoria e Sottocategoria. Le attività sono in questo modo codificate e possono essere usate nelle operazioni di denuncia o di registrazione delle attività dai cittadini o da parte dei commercialisti.

Si tratta della versione italiana, definita e approvata da un comitato di gestione coordinato dall’Istat, della classificazione Nace Rev.2 pubblicata sull’Official Journal il 20 dicembre 2006 (Regolamento (CE) n.1893/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 20/12(2006).
La classificazione Ateco 2007 nella forma attuale è utilizzata in numerose rilevazioni statistiche. Una tra le più interessanti è “L’indagine sulle retribuzioni contrattuali di cassa per settore economico”.
Ho realizzato un’app per iphone che consente di consultare su device mobili i dati di questa rilevazione. L’app è scaricabile gratuitamente.

Orientarsi e decidere ?

Negli ultimi anni si è registrata una costante crescita del numero dei cittadini che accede a internet attraverso il proprio smartphone. I dati della rilevazione denominata  Multiscopo sulle famiglie: Uso del Tempo, realizzata dall’Istat, confermano chiaramente questa tendenza.

Le oltre 300 rilevazioni condotte dall’Istat rappresentano un patrimonio informativo a disposizione di tutti i cittadini. Diffondere i dati attraverso le tecnologie mobili  è una possibilità da considerare prioritaria. Gli smartphone sono caratterizzati da schermi piccoli, si pone quindi l’esigenza di pensare nuove modalità di presentazione dei dati.

La quantità di informazioni che possono essere mostrate in una schermata è minore rispetto a un pc. Questa caratteristica che a prima vista potrebbe sembrare un limite, obbliga il progettista a scegliere con attenzione cosa visualizzare e come presentare i contenuti. Una attenta progettazione conduce a una rappresentazione delle informazioni statistiche più diretta e comprensibile anche se è possibile mostrare meno dati in una sola schermata.

In questo contesto ho scelto di realizzare alcune app per dispositivi mobili che forniscono rappresentazioni innovative di dati rilasciati con licenza open dall’Istat e da altre pubbliche amministrazioni.

Indagini Istat dal Desktop allo Smartphone

Negli ultimi anni, come confermano i dati dell’indagine “Uso del tempo e delle tecnologie dell’informazione”, si è registrata una costante crescita del numero dei cittadini che accede a internet attraverso il proprio smartphone. Considerando che la missione dell’Istat consiste nel comunicare la statistica in modo che sia al servizio del cittadino, ritengo sia necessario prendere in considerazione l’uso delle tecnologie mobili per diffondere il patrimonio informativo dell’Istituto.

Le caratteristiche degli smartphone rendono necessaria la ridefinizione delle modalità di presentazione dei dati.

Le ridotte dimensioni dello schermo di uno smartphone rispetto a quelle di un personal computer limitano la quantità delle informazioni che possono essere presentate in una schermata. Questa caratteristica che a prima vista potrebbe sembrare un limite obbliga il progettista a scegliere con attenzione cosa visualizzare e come presentare i contenuti.

Un’attenta progettazione conduce ad una rappresentazione delle informazioni statistiche più diretta e comprensibile anche se ovviamente è possibile mostrare meno dati in una sola schermata.

In questo contesto ho scelto di realizzare una serie di applicazioni per dispositivi mobili per fornire  visualizzazioni dei dati di alcune delle indagini prodotte dell’Istat.

Ho già pubblicato due di queste app (Retribuzioni e Codici Ateco) sullo store della Apple. La prima propone un sottoinsieme dei dati di una rilevazione Istat, la seconda propone una visualizzazione dei codici AtEco.

Altri lavori sono in corso e presto saranno pronti per la pubblicazione.

Perché portare le statistica ufficiale sui dispositivi mobili?

L’applicazione che ho realizzato ha l’obiettivo di diffondere la cultura del dato e della conoscenza statistica. Nel mare magnum dei dati da cui siamo circondati e che spesso sfuggono alla nostra comprensione ci sono i dati prodotti dalla statistica ufficiale che possono e devono aiutare le persone a fare scelte informate e consapevoli.
Questa app mostra i dati dell’indagine Istat sulle retribuzioni contrattuali lorde nell’anno 2015 riguardanti “tutti i dipendenti al netto dei dirigenti”.

L’indagine sulle retribuzioni contrattuali fornisce dati sulle retribuzioni lorde fissate dai contratti collettivi nazionali di categoria  in valore assoluto annuo.

Sul canale YouTube dedicato alle mie app puoi vedere il video di presentazione dell’app in sede di discussione della tesi di laurea in Informatica sostenuta il giorno 19 luglio 2016 presso la Sapienza Università di Roma.