Possiamo gestire i beni culturali utilizzando i Big Data?

Il progetto di ricerca, condotto applicando il metodo Alceste, vuole mettere a fuoco i contenuti espressi dagli scriventi nel raccontare l’esperienza di fruizione dei beni culturali.
A questo scopo sono state raccolte 5635 recensioni (pubblicate nel periodo tra il 1 gennaio 2017 e il 30 settembre 2018) relative alla visita del Colosseo.
Applicando tecniche esplorative multivariate di analisi del testo, si vogliono mostrare le enormi potenzialità dei Big Data  per produrre statistiche al fine di ottimizzare i processi decisionali.
L’esperimento, circoscritto alla città di Roma e al Colosseo, è replicabile ed estendibile su ampia scala. Per raccogliere i dati e creare il corpus è stato utilizzato il software Diogene mentre per l’applicazione del metodo Alceste proposto da Max Reinert è stato utilizzato il software IRaMuTeQ.
  

Tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *